IX° INCONTRO INTERNAZIONALE PARIGI 24-27 agosto 2017


Paris de nuit

Respinta con violenza per essere stata, per molto tempo, soffocata in uno stretto formalismo, la Bellezza sembra oggi risorgere in modo differente, più profondamente...

Inerente a noi stessi, eccola che attraversa, senza avvisare, tutti i nostri sbarramenti. Facendoci vibrare davanti ad un paesaggio, un quadro o per l'ascolto di una musica, ci rivela che siamo diversi da ciò che pensavamo di essere!
Mentre, per la maggior parte del tempo, essa è prigioniera delle nostre chiusure, l’essenza della Bellezza, qualunque cosa possa accadere nelle nostre vite, rimane nel più profondo di noi stessi.

Invisibilmente, di nascosto, totalmente fragile, fa la sua strada... Liberata, frutto della comunione, manifesta le nostre singolarità... e noi cominciamo a realizzare che è la relazione, l'ascolto, la qualità di presenza alla natura, all'opera e più ancora all'altro, all'altro qualunque esso sia, che permette in noi questa rivelazione.

Allora, scendendo nel più profondo di noi stessi, raggiungiamo l'universale.

Dal 24 al 27 agosto prossimi, al Teatro della Cartoucherie, consapevoli tutti che la Bellezza non è né un concetto, né un'estetica, né uno stato ma una rivoluzione interiore ed esteriore, una qualità di presenza che stupisce, esaurisce e colma, ci ritroveremo per abbeverarci a questa sorgente sotterranea, a questa falda freatica.

Ci sarà dato di uscirne saziati, purificati, "energizzati", capaci di una presenza a mani nude, a cielo aperto?

È la promessa che ci facciamo, coscienti che le nostre società hanno bisogno di ritrovare un soffio che né i politici, né gli economisti basteranno ad offrire loro... certi che dobbiamo “essere artisti” per pacificare le nostre relazioni, reinventare il lavoro, abbracciare il mondo.